PIATTAFORME PER LA DIDATTICA A DISTANZA

Art. 120

Il Decreto prevede 85 milioni di euro destinati alle istituzioni scolastiche per formazione docenti, piattaforme scuole e dispositivi digitali ad alunni

 

 ART   COSA PREVEDE IL DECRETO “CURA ITALIA”  DIDATTICA A DISTANZA: AZIONI GIÀ ATTUATE DAL MINISTERO 
 120  

Il fondo di cui all’articolo 1, comma 62, della legge 13 luglio 2015, n. 107, è incrementato di euro 85 milioni per l’anno 2020 di cui:

 

  • 10 milioni di euro per dotare le scuole di piattaforme e di strumenti digitali utili per l’apprendimento a distanza, o  per potenziare quelli già in dotazione 
  • 70 milioni di euro messi a disposizione degli studenti meno abbienti, in comodato d’uso, dispositivi digitali individuali per la fruizione delle piattaforme nonché per la necessaria connettività di rete 
  • per 5 milioni di euro per formare il personale scolastico sulle metodologie e le tecniche per la didattica a distanza
 

Il Ministero ha già messo in campo una serie di azioni per attivare la didattica a distanza, che, con le misure del Decreto, potrà essere meglio supportata e sviluppata.

 Dal 2 marzo 2020 è stata allestita una sezione dedicata alla Didattica a distanza  per aiutare le scuole, ove è possibile a reperire:

  • piattaforme gratuite realizzate appositamente per le scuole
  • strumenti di cooperazione
  • scambio di buone pratiche e gemellaggi fra scuole
  • webinar di formazione
  • contenuti didattici utili per l’approfondimento delle discipline curricolari che gli insegnanti e i loro studenti possono consultare e scaricare, sezione a cui hanno aderito partner come Rai Cultura, Treccani e Reggio Children.

 

Fondazione ISI - info@fondazioneisi.org

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo.