FONDO PER L'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI FONDAMENTALI DEGLI ENTI LOCALI

Per il 2020 fondo di 3,5 miliardi di euro, da ripartire tra comuni, province e città metropolitane, entro il 10 luglio 2020 sulla base della perdita di gettito e dei fabbisogni per le funzioni fondamentali

3 miliardi per i comuni

500 milioni per le province città metropolitane

Modalità di erogazione: il 30% del fondo a titolo di acconto in proporzione alle entrate al 31 dicembre 2019 di cui ai titoli 1 e 3 come risultanti dal SIOPE

Verifica del riparto operato entro il 30 giugno 2021 ed eventuale rettifica delle somme originariamente attribuite.

ANTICIPAZIONE RISORSE PER PROVINCE E CITTÀ METROPOLITANE

Anticipo erogazione del fondo sperimentale di riequilibrio, 58 milioni di euro per le province le città metropolitane per l'anno 2020

RINVIO TERMINI BILANCIO CONSOLIDATO

Prorogato dal 30 settembre al 30 novembre 2020 il termine per l'approvazione del bilancio consolidato 2019 da parte degli enti di cui all'articolo 1 del decreto legislativo 118/2011

FONDO COMUNI ZONA ROSSA

200 milioni di euro per il 2020 e i comuni ricadenti nella zona rossa nelle province di Bergamo Brescia Cremona Lodi e Piacenza.

I fondi saranno ripartiti sulla base della popolazione residente entro 10 giorni dall'entrata in vigore del decreto.

RINEGOZIAZIONE MUTUI ENTI LOCALI SEMPLIFICAZIONE PROCEDURE DI ADESIONE

Possibilità per gli enti locali per il 2020 di rinegoziare mutui e altre forme di prestito anche nel corso dell'esercizio provvisorio attraverso deliberazione dell'organo esecutivo fermo restando l'obbligo di provvedere alle relative iscrizioni nel bilancio di previsione.

DIFFERIMENTO DEI TERMINI PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DI SCUOLE STRADE EDIFICI PUBBLICI E PATRIMONIO CULTURALE PER L'ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE

Sono differiti i termini al 15 luglio, 30 agosto, 15 novembre per l'avvio dei lavoratori per interventi di messa in sicurezza di scuole strade edifici pubblici e patrimonio comunale e per l'abbattimento delle barriere architettoniche nei piccoli comuni fino a 1000 abitanti.

FONDO DI QUALITÀ PER IL PAGAMENTO DEI DEBITI COMMERCIALI DEGLI ENTI

Fondo di 12 milioni di euro destinato a concedere anticipazioni e regioni e province autonome da enti locali che si trovino in uno stato di carenza di liquidità anche derivante dalla situazione straordinaria di emergenza sanitaria dovuta la diffusione del covid-19 al fine di far fronte al pagamento dei propri debiti di carattere commerciale certi, liquidi ed esigibili maturati al 31 dicembre 2019.

Il fondo articolato in due sezioni:

  • sezione 1 da 8 milioni destinati al pagamento dei debiti diversi da quelli finanziari e sanitari 6,5 saranno destinati agli enti locali e un miliardo e mezzo e regioni e province autonome;
  • sezione 2 da 4 milioni Destinati al pagamento da parte delle regioni dei debiti degli enti del Servizio Sanitario Nazionale

Per aderire allo sblocca debiti, niente potranno chiedere l'anticipazione di liquidità con delibera di giunta ad adottare tra il 15 giugno e il 7 luglio.

Deadline per concessione anticipazioni il 24 luglio

Le anticipazioni non costituiranno indebitamento

Fondi da restituire con piani di ammortamento a rate costanti comprensive di quota capitale e quota interessi, durata massima di 30 anni. Rate annuali a partire dall'esercizio 2022 e non oltre il 31 ottobre di ciascun anno.

ALLINEAMENTO TERMINI APPROVAZIONE DELLE TARIFFE E DELLE ALIQUOTE TARI E IMU CON IL TERMINE DI APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2020 TERRITORIALI

Sono uniformati i termini per l'approvazione degli atti deliberativi in materia di Tari e IMU al termine del 31 luglio 2020 concernente il bilancio di previsione.

RIFORMULAZIONE ARTICOLO 48 DEL DECRETO CURA ITALIA (PRESTAZIONI INDIVIDUALI DOMICILIARI)

Durante la sospensione dei servizi educativi e scolastici e durante la sospensione delle attività socio-sanitarie e socio-assistenziali nei centri diurni per anziani e per persone con disabilità dei centri diurni e semiresidenziali per minori, per la salute mentale, per le dipendenze per persone senza fissa dimora, dei servizi sanitari differibili le pubbliche amministrazioni forniscono prestazioni sostitutive che possono avvenire in forma individuale avvenire in forma individuali domiciliari o a distanza e che possono essere rese negli stessi luoghi ove si svolgono normalmente i servizi, nel rispetto delle direttive sanitarie delle regole di sicurezza relative al distanziamento sociale.

L'individuazione delle prestazioni da svolgere e le modalità attraverso cui svolgerle possono essere definite tramite coprogettazioni con gli enti gestori e possono riguardare specifici progetti da questi ultimi proposti i servizi sostitutivi vengono svolti avvalendosi del personale disponibile già impiegato nei servizi sospesi anche dipendente da soggetti privati che operano in convenzione concessione o appalto ed esclusivamente impiegando i fondi ordinari destinati a tali finalità. Viene assicurato il rispetto di protocolli che definiscono tutte le misure necessarie per garantire la massima di tutela della salute di operatori ed utenti.

TRASPORTO SCOLASTICO

I Comuni non devono pagare i gestori del servizio per il trasporto scolastico le corse non effettuate a causa della chiusura della scuola

Fondazione ISI - info@fondazioneisi.org

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo.