Rispondiamo alle principali domande sul "Bando Emergenza Ripartenza 2020" 

(la pagina è in continuo aggiornamento)

DA QUANDO, FINO A QUANDO E COME È POSSIBILE INVIARE LE DOMANDE DI CONTRIBUTO?

Le domande potranno essere inviate, a partire dalle ore 9.00 del 22 giugno 2020 e fino al 31 luglio 2020 (salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse), attraverso la piattaforma TELEMACO accessibile, previa registrazione, al seguente link: https://webtelemaco.infocamere.it/newt/public.htm.

CHI SONO I BENEFICIARI?

Imprese iscritte alla Camera di Commercio di Pisa, attive ed in regola con il pagamento del diritto annuale. 

SE UN' AZIENDA È ISCRITTA AL SOLO REA , PUÒ PRESENTARE DOMANDA PER IL VOUCHER?

No , l’impresa deve essere attiva e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;

UN'AZIENDA ISCRITTA PRESSO CAMERA DI COMMERCIO DI XXX MA CON ALTRA SEDE OPERATIVA A PISA PUÒ ACCEDERE AL VOUCHER?

L’impresa che richiede il contributo deve avere:
a) sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Pisa;
b) siano attive e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese;
c) siano IN REGOLA con il pagamento del diritto annuale.
d) non siano in stato di fallimento, liquidazione (anche volontaria), amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente alla data del 31 dicembre 2019
e) non abbiano forniture in essere con la Camera di commercio di Pisa ai sensi dell’art. 4, comma 6, del D.L. 95 del 6 luglio 2012, convertito nella L. 7 agosto 2012, n. 135

In questo caso l’investimento oggetto di agevolazione, al fine del Bando Emergenza Ripartenza –PISA, deve riferirsi alla sola unità locale della provincia di Pisa

L'ACQUISTO DI DPI E' AMMESSO?

Si , solamente l’acquisto di attrezzatura e macchinari di protezione e sicurezza e NON i DPI consumabili.

LA CIFRA MINIMA E MASSIMA SONO IVA INCLUSA?

L’imposta sul valore aggiunto rappresenta una spesa ammissibile solo se realmente e definitivamente sostenuta dal Beneficiario. Nel caso in cui un Beneficiario operi in un regime fiscale che gli consenta di recuperare l’IVA sulle attività che realizza nell’ambito del Progetto ,i costi che gli competono vanno indicati al netto dell’IVA; diversamente, se l’IVA non è recuperabile, i costi devono essere indicati comprensivi dell’IVA.

È AMMISSIBILE L'ACQUISTO DI UN GAZEBO PER AUMENTARE LA SUPERFICIE DISPONIBILE ALLA REFEZIONE?

Si, in coerenza con gli ambiti 1,2,3,4 del Bando e compatibilmente con la normativa comunale.

LA DICHIARAZIONE DEL FORNITORE CHE ATTESTA LA QUALIFICA SERVE SOLO PER LE SPESE DI FORMAZIONE?

La dichiarazione Sostitutiva per il Fornitore qualificato è necessaria per sia per la consulenza e per la formazione.

SONO AMMESSI PAGAMENTI IN CONTANTI PER I FORNITORI?

Non sono ammessi pagamenti in contanti o altra forma di pagamento di cui non può essere dimostrata la tracciabilità.

E’ AMMISSIBILE FATTURA DEL 2019 CHE SI RIFERISCE A SERVIZI DA REALIZZARE NEL 2020?

Non possono essere ammessi alle agevolazioni quei servizi le cui spese siano state fatturate anche parzialmente in data pari o antecedente al 01/01/2020

UN SERVIZIO DI CONSULENZA/FORMAZIONE PER LA DIGITALIZZAZIONE FORNITA DA UN LIBERO PROFESSIONISTA ISCRITTO IN APPOSITO ALBO PROFESSIONALE È AMMISSIBILE?

No, i fornitori di servizi di consulenza/formazione devono essere IMPRESE iscritte al Registro Imprese (qualsiasi provincia)

IN CASO DI PREVISIONE DI ACQUISTO DA PIATTAFORME ONLINE CHE NON RILASCIANO PREVENTIVI INTESTATI ALL'IMPRESA COME SI DEVE PROCEDERE?

Screenshot o stampa su documento pdf della schermata del carrello contenente i beni/servizi scelti accompagnato da breve dichiarazione dell'impresa richiedente il contributo con le seguenti indicazioni: nome della piattaforma a cui il carrello si riferisce (es. Amazon...), data del preventivo (data creazione carrello), il tutto firmato digitalmente dal legale rappresentante dell'impresa richiedente il contributo per assunzione di responsabilità. 

IMPRESE CHE HANNO RICHIESTO ED OTTENUTO (O SONO IN FASE DI RENDICONTAZIONE) IL VOUCHER DIGITALE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI PISA NELLE ANNUALITÀ FINO AL 2019, POSSONO PARTECIPARE AL BANDO EMERGENZA RIPARTENZA?

Sì, purchè si tratti di un progetto nuovo e con spese sostenute a partire dal 1/1/2020.

IL CONTRIBUTO È CUMULABILE CON CONTRIBUTI OTTENUTI DA ALTRE MISURE PER LA STESSA SPESA?

Sì alle seguenti condizioni: l'altro o gli altri bandi consentano il cumulo, la percentuale totale di contributo non superi il 100% della spesa sostenuta.
Es. se dal bando "XXX" (diverso dal bando emergenza ripartenza - Pisa) ho richiesto ed ottenuto (per ottenuto si intende concesso dall'ente che ha attivato il bando, anche se non ancora effettivamente ricevuto dall'impresa. La verifica dei contributi concessi all'impresa può essere fatta sul sito del Registro Nazionale Aiuti di Stato https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx.
Si precisa che alcuni benefici alle imprese non sono visibili sul Registro, ad esempio il credito fiscale) un contributo pari al 50% della spesa sostenuta allora sul bando della CCIAA di Pisa posso richiedere per la stessa spesa solo il 50% e non tutto il 70% previsto da bando. Saranno effettuati controlli per verificare che non avvengano abusi in questo senso.

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Proseguendo nella navigazione acconsenti al loro utilizzo.