Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stanziato 10 milioni di euro per sostenere l'industria conciaria, gravemente danneggiata dall'emergenza epidemiologica da COVID-19, e tutelare le filiere e la programmazione di attività di progettazione, di sperimentazione, di ricerca e di sviluppo nel settore conciario.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dell’agevolazione le imprese facenti parte di un distretto conciario presente nel territorio nazionale operanti nell’industria conciaria.

Progetti ammissibili 

  1. innovazioni di prodotto o processo per la realizzazione di almeno uno delle seguenti obiettivi:
    1. ampliamento della gamma dei prodotti e/o servizi o loro significativa ridefinizione tecnologica in senso innovativo;
    2. introduzione di contenuti e processi digitali;
  2. minimizzazione degli impatti ambientali dei processi produttivi: riduzione dell’utilizzo di acqua, di energia e di prodotti chimici, per il trattamento dei reflui, per l’abbattimento delle emissioni nell’atmosfera, per il recupero dei rifiuti;
  3. creazione di idonee piattaforme e strutture di condivisione o animazione, in grado di favorire l’innovazione e l’internazionalizzazione delle imprese del settore conciario.

Spese ammissibili 

  1. investimenti:
    1. acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi di fabbrica;
    2. programmi informatici e licenze software;
    3. formazione del personale inerente agli aspetti su cui è incentrato il progetto;
    4. acquisto di beni immobili e realizzazione di opere murarie e assimilabili.
  2. attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, nel limite complessivo del 30%:
    1. personale dipendente e collaboratori;
    2. strumenti e attrezzature di nuova fabbricazione;
    3. contratti di ricerca “extra muros”;
    4. servizi di consulenza e altri servizi utilizzati per l’attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, inclusa l’acquisizione o l’ottenimento in licenza dei risultati di ricerca, dei brevetti e del know-how.
  3. capitale circolante, nel limite del 20% delle spese per gli investimenti.

Agevolazione

Contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili.

Modalità e tempi di presentazione della domanda

Le domande saranno presentate esclusivamente per via telematica, attraverso l’apposita procedura informatica resa disponibile sul sito istituzionale di Inviatalia.
Termini e modalità di presentazione delle domande sono da definirsi con successivo provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico.

Info e supporto nella presentazione delle domande: Fondazione ISI 050503275 - info@fondazioneisi.org