Il Ministero del Turismo ha pubblicato il decreto che prevede l'attuazione del Fondo Rotativo Imprese (FRI) per il sostegno alle imprese e gli investimenti di sviluppo del comparto turistico. Previsti finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto per riaqualificazione energetica, riqualificazione antisismica, interventi edilizi, digitalizzaizone e tanto altro.

Soggetti beneficiari

  • Imprese alberghiere;
  • Strutture che svolgono attività agrituristica;
  • Strutture ricettive all’aria aperta,
  • Imprese del comparto turistico, ricreativo, fieristico e congressuale,
  • Stabilimenti balneari;
  • Complessi termali;
  • Porti turistici,
  • Parchi tematici.

Interventi ammissibili

Il Programma di investimento deve prevedere la realizzazione di almeno uno dei seguenti interventi:

  1. interventi di riqualificazione energetica delle strutture;
  2. interventi di riqualificazione antisismica delle strutture;
  3. interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
  4. interventi edilizi tra cui:
    • interventi di manutenzione straordinaria;
    • interventi di restauro e di risanamento conservativo;
    • interventi di ristrutturazione edilizia;
    • l'installazione di manufatti leggeri;
  5. realizzazione di piscine termali e acquisizione di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attività termali;
  6. spese per la digitalizzazione relative a:
    • impianti wi-fi;
    • siti web ottimizzati per il sistema mobile;
    • programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, purché in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti e portali di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione fra servizi ricettivi ed extra-ricettivi;
    • spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;
    • servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;
    • strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
    • servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente ai fini di quanto previsto nei punti precedenti;
  7. Acquisto/rinnovo di arredi.

I programmi di investimento devono essere non inferiori a 500.000€ e non superiori a 10.000.000€.

Spese ammissibili

  • servizi di progettazione relativi alle successive voci di spesa sub b) c) d) e), nella misura massima complessiva del 2%;
  • suolo aziendale e sue sistemazioni, nella misura massima del 5%;
  • fabbricati, opere murarie e assimilate, nella misura massima del 50%;
  • macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica;
  • investimenti in digitalizzazione, esclusi i costi di intermediazione, nella misura massima del 5%..

Agevolazione

Gli incentivi sono articolati nel contributo diretto alla spesa e nel finanziamento agevolato, concessi tenendo conto della dimensione dell’impresa e della ubicazione delle singole unità locali.

  • Il contributo diretto alla spesa è concesso per un massimo del 35% sulla base degli importi ammissibili delle spese;
  • Il finanziamento agevolato è concesso al tasso fisso dello 0,50% con durata minima di 4 anni e massima di 15 anni, di cui 3 anni di preammortamento;
  • Al finanziamento agevolato è associato un finanziamento bancario a tasso di mercato di pari importo e durata, erogato dalla Banca finanziatrice.

Modalità e tempi di presentazione della domanda

Termini e modalità di presentazione delle domande sono da definirsi con successivo Decreto del Ministero del Turismo.

 

Info e supporto nella presentazione delle domande: Fondazione ISI 050503275 - info@fondazioneisi.org