Nell'ambito dell'Organizzazione Comune di Mercato del settore vitivinicolo, tramite il Programma Nazionale di Sostegno, vengono finanziate alcune misure, allo scopo di sostenere le imprese vitivinicole e aumentarne la competitività. A seguire due misure operative da luglio, nella Regione Toscana.

PROMOZIONE SUI MERCATI DEI PAESI TERZI

Finalità

Promozione del vino sui mercati dei Paesi terzi (extra UE). 

Soggetti beneficiari

Possono partecipare i seguenti soggetti, con sede operativa nel territorio della Regione Toscana: organizzazioni professionali; organizzazioni di produttori di vino; associazioni di organizzazioni di produttori di vino; organizzazioni interprofessionali; consorzi di tutela riconosciuti; produttori di vino, in forma singola o associata; associazioni temporanee di impresa e di scopo; soggetti pubblici nell’ambito di associazioni anche temporanee; consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative; reti di impresa.

Progetti e azioni finanziabili

Progetti di promozione riguardanti le seguenti categorie di vini confezionati: a. vini a denominazione di origine protetta; b. vini ad indicazione geografica protetta; c. vini spumanti di qualità; d. vini spumanti di qualità aromatici; e. vini con l’indicazione della varietà.
Sono ammissibili le seguenti azioni da attuare in uno o più Paesi terzi o mercati dei Paesi terzi:

  1. azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell'Unione, in particolare in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  2. partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  3. campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell'Unione;
  4. studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione (max 3% del totale progetto).

Agevolazione

Contributo del 50% delle spese sostenute per realizzare il progetto, fino ad un massimo di 600.000€.
Contributo minimo ammissibile:

  • non inferiore a 60.000€, per progetti destinati ad un solo Paese terzo non emergente;
  • non inferiore a 20.000€ per Paese terzo, se destinato a due o più Paesi terzi non emergenti;
  • non inferiore a 30.000€, per progetti destinati ad un solo Paese terzo emergente;
  • non inferiore a 10.000€ per Paese terzo, se destinato a due o più Paesi terzi emergenti.

Presentazione domande

Domande telematiche da inviare dal portale Sviluppo Toscana entro e non oltre le ore 13:00 del giorno 11/08/2022.

INVESTIMENTI NEL SETTORE VITIVINICOLO

Finalità

Favorire l’adeguamento delle strutture aziendali per migliorare il rendimento globale delle imprese, soprattutto in termini di adeguamento alla domanda di mercato, e al conseguimento di una maggiore competitività.

Soggetti beneficiari

Piccole, medie e grandi imprese che svolgono almeno una delle seguenti attività:

  1. produzione di vino ottenuto dalla trasformazione di uve fresche o da mosto di uve da essi stessi ottenuti, acquistati o conferiti dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione;
  2. elaborazione, affinamento e/o confezionamento del vino conferito dai soci, e/o acquistato anche ai fini della sua commercializzazione.

Investimenti ammissibli

Investimenti materiali e immateriali collegati alla trasformazione delle uve da vino, all’imbottigliamento, alla conservazione e all’ immagazzinamento del vino.

Spese ammissibli

  1. Acquisto di macchine, impianti e attrezzature, programmi informatici per investimenti collegati alla trasformazione delle uve da vino, all’imbottigliamento, conservazione e immagazzinamento del vino.
  2. Acquisto di strumentazione, attrezzature informatiche e software per la valutazione e analisi di parametri fisico/chimici dei prodotti lavorati, nonché per il monitoraggio e miglioramento della qualità igienico-sanitaria e nutrizionale dei prodotti stessi.
  3. Spese tecniche e/o di progettazione riferite alle precedenti voci.

Agevolazione

Contributo pari al:

  • 40% della spesa per investimenti realizzati da micro, piccole o medie imprese,
  • 20% della spesa per investimenti realizzati da un’impresa intermedia,
  • 19% della spesa per investimenti realizzati da una grande impresa.

Presentazione domande

Domande telematiche da inviare dal portale ARTEA dal 1° agosto 2022 al 15 novembre 2022.

Info e supporto nella presentazione delle domande: Fondazione ISI 050503275 - info@fondazioneisi.org