Incentivare le imprese a realizzare progetti di innovazione, ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati alla riduzione del fenomeno infortunistico/tecnopatico o che abbiano una riconoscibile capacità di produrre ricadute positive ai fini della tutela della salute e sicurezza dei lavoratori tramite l’utilizzo delle tecnologie Impresa 4.0

Soggetti beneficiari

  • Micro Imprese e start-up, PMI, Grandi Imprese, in forma singola o di partenariati;
  • Università e O.R. solo come fornitori di beni e servizi nell’ambito di collaborazioni di ricerca.

Progetti ammissibili

Progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale, finalizzati alla riduzione del fenomeno infortunistico tecnopatico o miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Spese ammissibili

  • Personale
  • Strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto
  • Costi per servizi di consulenza e beni immateriali
  • Spese generali direttamente imputabili al progetto
  • Altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali
  • Costi per l’ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali (per progetti che rientrano nella categoria “Aiuti all’innovazione a favore delle PMI” - Art. 28 GBER).

Agevolazione

Contributo a fondo perduto nella misura massima del 50% dei costi/spese ammissibili sostenuti e documentati, per un importo minimo non inferiore a 100.000€ e per un importo massimo di 140.000€ per ciascun progetto.

Modalità e tempi di presentazione della domanda

Domande esclusivamente telematiche dal link https://retecompetencecenter4-0-italia.it/artes/ entro e non oltre il 16 gennaio 2023 ore 17.00.

Per informazioni e supporto nella presentazione delle domande: Fondazione ISI 050503275 - info@fondazioneisi.org