Il bando mira a sostenere gli Imprenditori Agricoli Professionali (IAP) o i soggetti ad essi equiparati che intendono realizzare, all’interno della propria azienda, investimenti, materiali ed immateriali, finalizzati a introdurre/potenziare in azienda pratiche di agricoltura di precisione al fine di rendere più efficiente e sostenibile il processo produttivo, attraverso l’ottimizzazione nell’uso degli input esterni  e delle risorse, minimizzando al contempo l’impatto ambientale.

Soggetti beneficiari

Sono soggetti beneficiari gli:agricoltura_di_precisione.jpg

  1. imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti nell’anagrafe regionale;
  2. imprenditori agricoli professionali (IAP) riconosciuti, anche a titolo provvisorio, ai sensi della vigente normativa statale (D. Lgs 99/2004) da altre Regioni o Province autonome;
  3. equiparati all’imprenditore agricolo professionale (IAP) ai sensi dell’art. 20 della legge regionale 27 luglio 2007, n. 45.

Interventi finanziabili

Sono ammessi interventi finalizzati alla:

  1. Raccolta, gestione e monitoraggio dei dati (digitalizzazione dell’agricoltura) che siano in grado di restiture all’azienda agricola un supporto tecnico per la programmazione e la scelta degli interventi in termini temporali, quantitativi e qualitativi.
  2. Esecuzione interventi di precisione: questa fase presuppone l’impiego di macchine/attrezzature in grado di eseguire interventi a rateo variabile (VTR) tramite lettura di mappe di prescrizione oppure interventi puntuali e funzionali alle esigenze della coltura/allevamento sulla base delle informazioni fornite da di servizi digitali in agricoltura e dai sistemi di supporto alle decisioni.

Spese sostenibili

Sono ammessi i seguenti investimenti:

  • INVESTIMENTI MATERIALI

A.1 Realizzazione di nuove serre fisse hi-tech;

A.2 Dotazione aziendale dotata di tecnologia/ attrezzatura e sistemi/sensori di “agricoltura di precisione e digitale” a servizio delle produzioni vegetali e zootecniche. E’ inoltre previsto l’acquisto di attrezzatura informatica per la gestione della attività oggetto del presente intervento - solo hardware.

A.3 Cartelloni, poster e targhe per azione di informazione e pubblicità;

  • SPESE GENERALI calcolate in base alla metodologia di calcolo UCS adottata dalla RRN/ISMEA;
  • INVESTIMENTI IMMATERIALI Acquisizione di programmi informatici (solo software) utili per la gestione/esecuzione delle attività oggetto del presente intervento.

Agevolazione

Contributo a fondo perduto del 75%, elevabile fino al 90% in caso delle seguenti maggiorazioni:

  • investimenti in zona montana;
  • “giovane agricoltore”;
  • investimenti collegati ad operazioni cosiddetti “ambientali”.

Non sono ammesse domande di aiuto con un contributo minimo richiesto inferiore a 15.000€.

Modalità e tempi di presentazione della domanda

Domanda telematica dal portale ARTEA a partire dal 20 gennaio 2023 ed entro le ore 13.00 del 6 Marzo 2023.

Per informazioni e supporto nella presentazione delle domande: Fondazione ISI 050503275 - info@fondazioneisi.org